Pornografia, violenza, spam: ecco perché Facebook ha rimosso milioni di contenuti
> Il Sole 24 Ore – TecnologiaPubblicato il 15-05-2018