Questa mattina, come previsto, sono stati effettuati i test per l’anagrafe delle biciclette con l’introduzione dei chip nel telaio con esiti estremamente positivi. La tecnologia scelta è pienamente rispondente alle aspettative e questo ci consentirà di partire in tempi rapidissimi con le prime “immatricolazione”.

Nella realtà il progetto prevede tre tipi diversi di codifica e lettura da parte degli organi di vigilanza in modo da fornire il massimo livello di sicurezza all’iniziativa.