L’Anagrafe delle biciclette ha preso definitivamente il via questa mattina a Pontedera con l’immatricolazione delle prime quattro bici.

Un progetto innovativo voluto dal Sindaco di Pontedera, Simone Millozzi, e ideato dal Comandante dei Vigili Urbani dell’Unione della Valdera, Michele Stefanelli, e gestito dalla Siat Srl con la collaborazione tecnica della Orange Button Srl.

La procedura di immatricolazione prevede:

  • l’installazione di un chip RFid nel telaio della bicicletta contenente i riferimenti del proprietario
  • l’apposizione di uno speciale adesivo con un QRCode
  • il rilascio di un tesserino che rappresenta una sorta di certificazione di proprietà del mezzo

In questa prima fase è prevista l’installazione di RFid passivi con la possibilità di individuare il proprietario a mezzo di specifici lettori dei quali saranno dotati gli organi di verifica ma è già prevista la possibilità di richiedere l’installazione di sistemi attivi che attraverso la rete GSM consentano non una più agevole identificazione del proprietario ma anche e sopratutto la possibilità di geolocalizzare la bicicletta in caso di furto.

Un progetto comunque open source nel senso di essere aperto a tutte le aziende fornitrici e installatrici di sistemi di identificazione o antifurto per biciclette che non dovranno far altro che rivolersi a Siat per la configurazione del sistema di codifica, di interrogazione e di anagrafica. Ciò consentirà di accedere alla procedura alle varie tecnologie, anche di futura realizzazione, e sopratutto alla creazione un sistema aperto e pluralistico per le aziende interessate al settore.

L’anagrafe delle biciclette si inserisce in un progetto più ampio del Comune di Pontedera e dell’Unione della Valdera che ha già visto la realizzazione di tante procedure utili a migliorare, con sistemi tecnologici avanzati, il rapporto fra Cittadino e Pubblica Amministrazione.