l progetto di alternanza scuola/lavoro realizzato in sinergia tra il Liceo XXV Aprile ed il Comando della Polizia Municipale di Pontedera (PI) ha visto protagoniste quattro classi di ragazzi frequentanti il terzo anno di scuola secondaria di primo grado.

Finalità
La finalità dei laboratori è stata quella di fornire maggiori informazioni, strumenti di lettura e nozioni per una navigazione consapevole, e quindi più sicura, su Internet. Rendere i ragazzi a conoscenza delle opportunità e dei pericoli che corrono navigando su Internet.
Una delle finalità da non trascurare è stata quella di informare e sensibilizzare i ragazzi sull’argomento del Cyberbullismo.

Obiettivi specifici
Tra gli obiettivi specifici che il progetto intendeva realizzare si possono elencare:

1. apprendimento delle principali nozioni della navigazione in rete e il suo funzionamento;
2. riconoscimento delle attività che si possono realizzare su internet (informarsi, comunicare, giocare);
3. apprendimento delle principali modalità interattive offerte dalla rete, le loro opportunità e i loro rischi;
4. riconoscimento delle differenze tra le comunicazioni e dei rapporti offline e quelli online (anonimato dell’interlocutore, abbattimento barriere spazio-temporali, ecc.);
5. riconoscimento delle azioni che influenzano la creazione della propria reputazione online ele sue conseguenze;
6. scoperta e conoscenza del mondo dei social network, dei suoi benefici, pericoli e rischi
7. apprendimento delle principali nozioni sul fenomeno del Cyberbullismo e strumenti per difendersi e prevenirlo.
8. far conoscere loro chi lavora per la sicurezza e come questi lavorano;

Contenuti
Gli argomenti affrontati durante il laboratorio sono stati:

– La rete e le sue sfaccettature
– La sicurezza in rete:
Spam
Phishing
Hacking
Virus
Furti d’identità e di denaro
– Privacy e Social Network
– Fenomeni di:
Cyberbullismo
Sexting
Adescamento

Metodologia
I laboratori hanno previsto una prima parte di spiegazione frontale mediante l’uso di presentazioni multimediali e una seconda parte più interattiva, attraverso la visione e l’analisi di video e filmati o mediante attività ludiche in grado di far sperimentare ai ragazzi quanto appreso.

SCARICA LA RELAZIONE INTEGRALE