Da alcuni mesi un ristorante francese offre alla propria clientela un menu in versione vocale, particolarmente adatto per i non vedenti.

Freddy Serbib, il titolare del Ristorante “El Tio” a Orleans, ha deciso di mettere a disposizione dei suoi clienti questo menu, soprattutto dopo aver notato che alcune persone non vedenti non richiedevano la carta ai camerieri.

Dopo un primo esperimento con un menu in braille, ha partecipato alla progettazione della soluzione tecnica Kikoz. Si tratta di una sorta di scheda in materiale plastico contenente la registrazione vocale con l’illustrazione dei piatti disponibili predisposta ogni giorno dallo Chef.

Piccole invenzioni che certamente contribuiscono a migliorare la vita per i disabili.

VAI AL SITO DEL RISTORANTE