Si è tenuto giovedi 1 dicembre presso Villa la Quiete a Firenze un incontro del Crid con i Centri Ausili della Toscana.

Marco Tagliaferri e il coordinatore del Centro regionale per l’accessibilità, Andrea Valdré, hanno illustrato il progetto di Adattamento domestico Ada (delibera Grt n. 865/2016) a medici, fisiatri, fisioterapisti e ingegneri domotici che operano nei Centro Ausili.

La finalità del progetto Ada è di migliorare il benessere ambientale all’interno delle abitazioni delle persone con disabilità. In questo senso i Centri Ausili svolgono da anni in Toscana un ruolo fondamentale verso le famiglie, soprattutto per tutte le attrezzature, dispositivi e ausili che il Sistema sanitario offre all’interno dei Lea per la disabilità.

Nel corso dell’incontro sono state tracciate le modalità di collaborazione tra i Centri Ausili e l’attività del progetto di Adattamento domestico che partirà nei prossimi mesi. Gli architetti Beatrice Benesperi e Fabio Valli hanno spiegato la modalità con cui si svolgeranno i sopralluoghi e le consulenze. I medici, i fisiatri, i fisioterapisti e gli ingegneri domotici dei Centri Ausili potranno fornire preziose informazioni e supportare, dove occorre, il lavoro delle Unità di valutazione delle Zone e degli architetti nel corso dei sopralluoghi presso le abitazioni dei cittadini che aderiranno al progetto. La collaborazione rappresenta un ulteriore passo verso unaintegrazione multidisciplinare e multidimensionale che rafforzerà il lavoro di presa in carico del territorio, delle Società della Salute e Zone Distretto.

(Fonte: di Paola Baroni, Ufficio stampa CRID)